Parliamo di… Prana, Energia vitale e Riflessologia Plantare


Image: FreeDigitalPhotos.net

L’energia sul piano fisico, è forza e vigore. Quando invece parliamo di Energia Vitale Extrafisica parliamo di Prana, un termine sanscrito che significa Spirito, Vento, Respiro, Vitalità, Energia Cosmica, la cui manifestazione più facile da constatare consiste nella funzione respiratoria.
Quest’energia è composta da un campo di energie collocato dentro e intorno al corpo umano avvolgendolo come un guscio d’uovo e detto Aura.
L’Aura è un campo energetico cromato che si suddivide in diversi strati detti corpi sottili che circondano il corpo, si compenetrano e interagiscono fra di loro.

L’aura avvolge e circonda il corpo fisico di ogni essere vivente, uomini, piante, minerali.

I contenitori dell’Aura, ovvero i principali campi energetici sono:

  • Corpo Eterico (Aura eterica)
  • Corpo Emozionale (Aura emotiva)
  • Corpo Mentale (Aura Mentale)
  • Corpo Spirituale (Aura Spirituale)

Tali energie o corpi sottili possono esser percepiti da persone particolarmente edotte attraverso il tocco delle mani, visualizzate attraverso il terzo occhio, oppure fotografate da speciali macchine grazie al metodo Kirlian.

Come è chiaro, ci sono quindi molti elementi che fanno ritenere probabile l’esistenza del campo energetico umano immerso in quello universale – “Microcosmo nel Macrocosmo” – in cui il punto di contatto tra l’energia vitale di base dell’uomo e l’energia di base della terra è il piede.

Le frequenze energetiche basse (colori scuri) e le frequenze energetiche più elevate (colori chiari) sono rilevate e descritte anche nella conoscenza dei Sette Chakra.

E’ importantissimo dunque che l’operatore sia in un sano equilibrio psicofisico perché, quando noi interveniamo su di una persona, interagiamo con il suo campo aurico e con i suoi centri vitali (Chakra).

  • Un peso emozionale del proprio vissuto o della precedente esistenza (Legge del Karma) si esprime con dolori generalizzati sulla parte superiore del corpo, con blocchi dolorosi sulle spalle, al collo, alla parte superiore della schiena.
  • Un blocco della matrice eterica, una dispersione emozionale, un livello mentale bloccato, un livello spirituale che non si evolve, si manifestano con problemi alle ginocchia, all’anca e generalmente alle gambe.

Il contatto energetico delle mani del terapista con i piedi del paziente, crea tra di loro un flusso di energia, che agisce sul disturbo del paziente, armonizzandolo e introducendo un positivo miglioramento.

Per intraprendere una fase terapeutica l’operatore deve in ogni caso fare una diagnosi energetica, e può scegliere tra due metodi di approccio: quello sintomatico e quello olistico.

  • L’approccio sintomatico è una combinazione tra medicina occidentale e Riflessologia, in cui la malattia è definita mediante una diagnosi medica.
  • L’approccio olistico considera la malattia o un qualsiasi disturbo della persona come un “tutto unico” in cui ogni distonia, ogni squilibrio, è indice di un blocco in eccesso o in carenza dell’energia vitale.

Nell’approccio olistico il periodo di trattamento è sicuramente più lungo rispetto a quello sintomatico, ma l’approccio olistico considera i cambiamenti del paziente non rispetto ai loro sintomi o allo stato dei loro organi, bensì guardando l’insieme dell’essere visto come unità di Mente – Corpo – Spirito.

E’ fondamentale che il terapeuta potenzi la sensibilità delle proprie mani e della dita della mano.
Ogni dito ha una sua specifica sensibilità:

  • il Pollice è sensibile alle superfici appuntite o affilate;
  • l’Indice alla levigatezza e alla ruvidezza;
  • il Medio alla durezza e al contorno delle superfici;
  • l’Anulare ed il Mignolo al calore.

Più le nostre mani e le nostre dita diventeranno sensibili, tanto più diventeranno forti i nostri polsi, e tanto più riusciremo ad operare meglio con la riflessoterapia.
A tal proposito gli orientali affermano che per essere eccellenti terapisti bisogna possedere “l’amore di una madre e la mente di un samurai”.

E’ da ricordare come nel Tao e nello Yoga le dita hanno una grandissima importanza e sono associate alle emozioni:

  • Pollice – preoccupazione;
  • Indice – tristezza;
  • Medio – impazienza, irrequietezza;
  • Anulare – rabbia, risentimento;
  • Mignolo – eccessivo calore.

 Secondo la M.T.C. l’energia può fluire in 5 modalità differenti (i Cinque Elementi o i Cinque Movimenti) , ognuna delle quali è propria di un organo e di un viscere (organo cavo) specifico. Allo stesso modo questi 5 aspetti sono presenti in Natura e corrispondono alle stagioni.

I Cinque Elementi sono:

  • Legno
  • Fuoco
  • Terra
  • Metallo
  • Acqua

In pratica sono forze elementari ognuna delle quali predomina in una delle 5 stagioni del calendario cinese generandosi e spegnendosi secondo leggi di reciproca interazione.

Le due leggi più importanti che regolano la mutazione dell’energia da una modalità all’altra sono:

1) Ciclo di Dominazione – Ciclo KE (relazione nonno-nipote)

Un elemento controlla l’eccessiva produzione di quello che succede all’elemento che ha generato:

  • il Legno, attraverso le radici, controlla la Terra;
  • la Terra, creando degli argini, controlla l’Acqua;
  • l’Acqua spegne il Fuoco;
  • il Fuoco fonde il Metallo
  • e il Metallo taglia il Legno.

La medicina cinese suddivide gli organi interni in due gruppi:
Organi Solidi (organi) collegati a meridiani yin che salgono dai piedi al tronco e dal tronco alle punta delle dita.
– Organi Vuoti (visceri) collegati a meridiani yang che scendono lungo la faccia posteriore di braccio e gamba.

Ciascun meridiano Yin e Yang, viene associato ad un elemento ed ogni meridiano Yin è associato ad un meridiano Yang complementare;

2) Ciclo di Generazione – Ciclo Shen  (relazione madre-figlio)

Dall’elemento precedente nasce quello successivo:

  • Il Legno brucia nel Fuoco,
  • il Fuoco formando la cenere genera la Terra,
  • la Terra nelle sue profondità genera il Metallo,
  • il Metallo fondendosi genera l’Acqua,
  • l’Acqua alimenta il Legno.

 

Counselor di Ascolto Psicologico e Operatrice nel campo della Medicina Alternativa. elisirdibuonavita.info/amelia-cuoco ameliacuoco.weebly.com

Lascia un commento