Il nostro posto sulla terra. Noi e gli altri animali


Image courtesy of dan  / FreeDigitalPhotos.net

Image courtesy of dan / FreeDigitalPhotos.net

Ci sono differenti motivazioni per scegliere una dieta vegetariana. Per molte persone, è un problema di salute. Hanno bisogno di ridurre il loro peso, di abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo, o di gestire gli zuccheri nel sangue. Una dieta vegetariana può aiutarle a risolvere questi disturbi.

Per altre persone, può valere una decisione morale ed etica di non mangiare prodotti di origine animale. Nel corso dei secoli, ci siamo abituati a pensare l’uomo come essere superiore a tutti gli altri animali del pianeta. Usiamo gli animali per il cibo, vestiti, scarpe, cinture e altri accessori. Li usiamo per esperimenti scientifici. Non teniamo conto del loro posto sulla terra e pensiamo che gli animali ci sono per servire noi e le nostre esigenze.

PETA è l’acronimo di People for the Ethical Treatment of Animals, ed è un’organizzazione dedicata a cambiare questa mentalità fra gli esseri umani. Come si legge su Wikipedia, (Peta) concentra i propri sforzi nella lotta a quattro pratiche: l’allevamento intensivo, la vivisezione (o la sperimentazione sugli animali), l’allevamento di animali da pelliccia e l’uso di animali nell’industria del divertimento. Altri sforzi minori sono volti a combattere la pesca, la pratica della disinfestazione (per esempio nei confronti dei ratti), il combattimento di galli e così via”.

Sul sito ufficiale, si può leggere la sua filosofia:

La PETA crede che agli animali vadano garantiti alcuni diritti fondamentali, e il rispetto dei loro interessi a prescindere da considerazioni di utilità per gli esseri umani. Come voi, gli animali sono capaci di soffrire e hanno scopi nella loro vita; di conseguenza, non sono a nostra disposizione per l’uso come cibo, abbigliamento, divertimento, sperimentazione o per qualsiasi altro scopo”.

Siamo presumibilmente una società evoluta. Ma come si è potuta evolvere una società che prospera sulla sofferenza degli animali? Nel suo libro  Quando gli elefanti piangono, Jeffrey Masson esplora la vita emotiva degli animali e presenta delle prove convincenti al riguardo. Come specie umana, dobbiamo cominciare a rivalutare il nostro posto su questa terra e dove ci collochiamo in relazione ad ogni altra creatura che la abita.

Licenza Creative Commons
Questo articolo è pubblicato  sotto Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia License.

Giornalista, editore, smanettona senior, counselor (diplomanda).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.